Esperienze olfattive nel sacro e visita all’Abbazia, sabato 9 settembre

Aromi, profumi, resine, incensi: il senso dell’olfatto intreccia la sua storia con la storia della devozione, del rito e della cura.
Dalla tradizione dell’arte dell’incenso giapponese fino agli usi rituali delle resine di incenso e mirra, da sempre l’uomo utilizza materie prime botaniche per meditare, mettersi in ascolto, ritrovare se stesso ed esprimere la propria devozione per il divino.

La giornata inizierà con una visita guidata privata all’Abbazia di Santa Maria in Silvis a Sesto al Reghena per proseguire poi a Palazzo Panigai Ovio dove, dopo pranzo, si terrà il corso “Esperienze olfattive nel sacro” a cura di Elena Cobez.

Scopo del corso è esplorare olfattivamente alcune materie prime botaniche utilizzate in aromaterapia e provenienti da diverse parti del mondo per comprenderne gli usi tradizionali e le possibili applicazioni attuali. Annusando alcune di queste essenze che da sempre sono parte di molte tradizioni spirituali, avremo occasione di percepire il ruolo che la Natura e l’Olfatto hanno e hanno avuto per l’uomo.

Durante il workshop parleremo di:
Meditazione e olfatto nella cultura giapponese – le Essenze da meditazione
Alla scoperta delle Essenze indiane – musica e olfatto
Gli aromi nella Bibbia
Hildegarda – una via spirituale nell’uso delle piante ed essenze

Ritrovo ore 10.00 presso l’Abazia di Sesto al Reghena
10.15-11.45 circa visita guidata dell’Abbazia
12.30-14.30 pranzo al sacco presso Palazzo Panigai Ovio
14.30-18.00 corso

Elena Cobez, laureata in Filosofia, è nata a Trieste e vive e lavora a Milano e in diverse città italiane. Ha incontrato l’aromaterapia per la prima volta studiando massaggio ayurvedico, che ha praticato per diversi anni prima di diventare formatore in queste discipline. Attualmente si occupa di consulenza e formazione in aromaterapia e di profumeria botanica, con particolare attenzione agli aspetti psicologici e spirituali dell’uso degli oli essenziali.

CHIUSURA ISCRIZIONI lunedì 28 agosto

MINIMO 8 E MASSIMO 20 PARTECIPANTI
COSTO: 70 euro per i soci CROT Varia Umanità APS e 85 euro per i non soci

Pagamento mezzo bonifico bancario intestato a:
CROT Associazione di Promozione Sociale
IBAN: IT61 L063 4012 3001 0000 0006 138
Causale: corso di aromaterapia e visita Abbazia
Inviare contabile per iscrizione a lab@spaziooblo.it

Sogni d’arte: tre sabati d’estate in compagnia dell’arte per adulti e bambini

Tre sabati d’estate a Palazzo Panigai Ovio con tre donne, tre artiste, che vi condurranno in viaggi da sogno attraverso l’arte della rilegatura, del bottone e delle stoffe.

Il sabato mattina, dalle 9.30 alle 12.00, è dedicato ai laboratori artistici con i bambini (dai 7 anni non accompagnati), il pomeriggio invece al pubblico adulto, dalle 16.00 alle 19.00.

SABATO 8 LUGLIO

LABORATORIO BAMBINI: PIEGHE TRA I LIBRI
In questo laboratorio ci avvicineremo all’idea e alla realizzazione del libro oggetto. Un libro diverso dai libri di scuola… un libro fatto a mano con carte preziose e dipinte a mano dai giovani artisti. Un libro di poche parole dove la lettura sarà dettata dai sensi e dalle emozioni. Realizzeremo due librini che prenderanno forma da semplici piegature, non saranno necessarie colle o cuciture!

LABORATORIO ADULTI: LIBRI FATTI A MANO
In questo laboratorio realizzeremo alcuni libretti con diversi tipi di legature e tipologie di carta. Adotteremo principalmente la tecnica della piegatura a cui aggiungeremo alcuni elementi cuciti. I librini saranno adatti a vari contenuti, calligrafia, disegno o stampa.

Conduce Maria Grazia Colonnello, illustratrice e calligrafa, che ha fatto della passione per l’arte la sua professione. Illustratrice di libri per bambini di scuola Zavreliana, ha pubblicato15 albi illustrati, alcuni di questi hanno ricevuto riconoscimenti internazionali . Si avvicina allo studio della calligrafia nel 2005, presso la scuola ”Internazionale di grafica”, a Venezia. Segue in questo percorso docenti di fama internazionale, quali: Ewan Clayton, Brody Neuenshwander, Katy Shrank Frate. Studia le scritture storiche formali sotto la sapiente guida di Monica Dengo, e in particolare: Italica, Cancelleresca, Foundational, Capitali romane, Onciale. Nel suo percorso di ricerca ama sperimentare il gesto calligrafico su diversi materiali, tessuti, carta, corian e vetro. Raccoglie le sue sperimentazioni grafiche in libri realizzati a mano in copia unica. Collabora con aziende artigiane del territorio per le quali il gesto calligrafico assume valore d’immagine.

SABATO 22 LUGLIO

LABORATORIO BAMBINI
Il laboratorio propone ai bambini l’esperienza di utilizzare lo sguardo verso nuove funzionalità e originali modalità d’uso per vari materiali di scarto (plastiche, tappi, banner, stoffe, carta e cartone). È prevista la realizzazione di bottoni con diversi materiali di recupero, alcuni dei quali cercandoli nel parco esterno, per poi passare attraverso disegni (bozzetti preparativi), all’assemblaggio e alla costruzione di mini gioielli/monili da indossare. Il laboratorio vuole far emergere la creatività, dando un nuovo valore a ciò che è considerato rifiuto. Focalizzeremo l’attenzione sul concetto di scarto e riuso, stimolando l’espressività e l’esplorazione dell’immaginazione.

LABORATORIO ADULTI
Il workshop propone ai partecipanti una differente prospettiva di ornamento per il corpo, catturando e combinando idee, associando materiali inusuali a cui dare nuove funzionalità. È prevista la realizzazione di uno o più gioielli con materiali di recupero, il prodotto dovrà essere frutto di una ricerca mirata verso un punto di vista singolare o che abbia affinità con una ricerca di originalità (ogni partecipante avrà a disposizione gli attrezzi e tutto il necessario per creare il proprio gioiello). Facoltativo: portare un piccolo oggetto (di scarto) che abbia un significato per il partecipante o un legame affettivo (pezzo di legno, plastica o metallo, tappo, scontrino, bullone, bottone etc).
Fasi del workshop della durata di 3 ore:
– raccontare qualcosa → immaginare
– descrivere un progetto → scelta dei materiali
– creare un’idea → nuova visione estetica dei materiali
– realizzazione dell’idea → nuovo gioiello “immaginare… in me mago agere… in me mago agisce”.

Conduce Chiara Trentin, designer del gioiello contemporaneo, ha esposto le sue aggregazioni indossabili di bottoni in numerose collettive in Italia, Europa e America, tra le quali: “XXI TRIENNALE – Design After Design” Palazzo della Triennale di Milano; “Co:operation – garnish” Baltimore Jewelry Center in Maryland, America; “This Is Bijou” Museo Boncompagni Ludovisi per le Arti decorative il Costume e la Moda di Roma; ”MANOS” Helsinki World Design Capital 2012 Paviljonki in Helsinki, Finland; “F-Utili Gioielli per Emergency – HELP” Museo Marino Marini di Firenze; varie edizioni di “Ridefinire il gioiello” in Italia.

SABATO 5 AGOSTO

LABORATORIO BAMBINI
Il laboratorio propone una lettura animata nel salottino cinese del Palazzo dove racconteremo ai bambini la STORIA DEI VENTAGLI CINESI che andranno a realizzare. Ogni bambino creerà il proprio “FaVento”, il ventaglio da lettura ispirato ai ventagli orientali, con ritagli di stoffa artigianale che assembleranno con colla a freddo.

LABORATORIO ADULTI
Il laboratorio propone una rivisitazione di una propria t-shirt (portata da casa) con intagli di stoffa che verranno inseriti e rielaborati manualmente con l’antica tecnica giapponese “boro”. Boroboro in giapponese significa “marcio”. I Boro racchiudono i “principi estetici ed etici della cultura giapponese come la Sobrietà e la Modestia (shibui), l’imperfezione, ovvero l’aspetto irregolare, incompiuto e semplice (wabi-sabi) e soprattutto l’avversità allo spreco (mottainai) e l’attenzione alle risorse, al lavoro e agli oggetti di uso quotidiano”.

Conduce Marina Buttazzoni, fondatrice di book-à-porter, partendo da un’idea e da qualche scampolo di tessuto ha cominciato a realizzare confezioni per libri di tutte le taglie, che non siano solo oggetti utili ma anche belli da portare in giro con sé. I laboratori del sabato mattina vengono avviati con un numero minimo di 8 e massimo di 15 bambini, quelli del pomeriggio con un numero minimo di 6 e massimo di 12 adulti.

I laboratori del sabato mattina vengono avviati con un numero minimo di 8 e massimo di 15 bambini, quelli del pomeriggio con un numero minimo di 6 e massimo di 12 adulti.

Costi per laboratorio: 20 euro a bimbo e 30 euro per le coppie di fratellini, merenda e bevande comprese. 35 euro a persona adulta e 60 euro per chi viene in coppia, merenda e bevande comprese.

INFO e prenotazioni, ENTRO E NON OLTRE IL GIORNO PRIMA, allo 0432 25543

Sabato 20 e domenica 21 maggio: workshop “L’erbario illustrato”

Un libro meraviglioso edito da Roberto Vattori Ed. farà da guida al workshop “L’erbario illustrato“, il testo è “L’erbario di Udine”, un erbario medievale ricco di illustrazioni magico simboliche corredato da testi in latino volgare, magistralmente tradotti. Il percorso propone una realizzazione artistica, dove si andranno a realizzare stampe da matrici naturali e interventi calligrafici su carte di cotone, con l’obiettivo di raccogliere e rilegare in libri d’artista in copia unica le tavole realizzate dai corsisti. Nei due giorni svilupperemo la tecnica della stampa diretta e indiretta con la monotipia, per la riproduzione e interpretazione delle immagini naturalistiche, alternati alla conoscenza della scrittura a mano e sperimentazione della stessa.
La rilegatura delle tavole realizzate sarà il completamento del percorso. Ogni corsista realizzerà un libro in copia unica numerata e autografata, sarà allestita in seguito un’esposizione delle opere, assieme ai partecipanti degli atelier artistici tenuti a Udine, allo Spazio Oblò.

Date: sabato 20 e domenica 21 maggio
Orari: 9.30-12.30 e 14.00-17.30
Minimo 6 partecipanti, massimo 15
Costi: 120 euro per i soci CROT Varia Umanità APS, 130 euro per i soci dell’Associazione culturale Il barone rampante, 150 per i non soci e 100 euro per gli studenti
Location: Palazzo Panigai Ovio, Piazzetta Pre’ Bortolo di Panigai 1, Pravisdomini (PN)

Docente:
Maria Grazia Colonnello – Calligrafa e illustratrice
Maria Grazia Colonnello vive e lavora a San Michele al Tagliamento. Ha fatto della passione per l’arte la sua professione. Illustratrice di libri per bambini di scuola Zavreliana, ha pubblicato 15 albi illustrati, alcuni di questi hanno ricevuto riconoscimenti internazionali. Si avvicina allo studio della calligrafia nel 2005, presso la scuola “Internazionale di grafica”, a Venezia.
Segue in questo percorso docenti di fama internazionale, quali: Ewan Clayton, Brody Neuenshwander, Katy Shrank Frate. Studia le scritture storiche formali sotto la sapiente guida di Monica Dengo, ed in particolare: Italica, Cancelleresca, Foundational, Capitali romane, Onciale. Nel suo percorso di ricerca ama sperimentare il gesto calligrafico su diversi materiali, tessuti, carta, corian e vetro. Raccoglie le sue sperimentazioni grafiche in libri realizzati a mano in copia unica. Collabora con aziende artigiane del territorio per le quali il gesto calligrafico assume valore d’immagine. Dal 2014 è docente per SMED, scrivere a mano nell’era digitale. Nel 2015 ha coordinato l’esposizione “Scritto a mano”, in occasione della rassegna poetica “Flussidiversi”, a Caorle. Dal 2016 collabora come docente con lo “Scriptorium Foroiuliense”, scuola italiana amanuensi, di San Daniele del Friuli.

Prenotazioni e iscrizioni aperte c/o Spazio Oblò, in Via Marinoni 11 a Udine o mezzo bonifico bancario intestato a:
CROT Associazione di Promozione Sociale
IBAN: IT61 L063 4012 3001 0000 0006 138
Causale: Workshop “L’erbario Illustrato”
Inviare contabile per iscrizione a lab@spaziooblo.it
Info tel. 0432.25543

CHIUSURA ISCRIZIONI 15 MAGGIO

Corso organizzato in collaborazione con il Club UNESCO di Udine. È previsto il rilascio di un ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE da parte del Club UNESCO di Udine.
Il Club è Membro della Federazione Italiana dei Centri e Club UNESCO, Associata alla Federazione Mondiale.
La Federazione Italiana è Ente accreditato dal Ministero della Pubblica Istruzione, per la formazione e l’aggiornamento del personale della Scuola (DM 177/2000, art.4 art 66 del c.c.N.I. e art 2 e 3 Dir. N. 90/2003).
Le iniziative di formazione organizzate da soggetti accreditati o riconosciuti come qualificati si avvalgono del riconoscimento del MPI per coloro i quali vi partecipano.

ATTENZIONE:
1) Le iscrizioni verranno accettate fino ad esaurimento posti.
2) In caso di mancato raggiungimento del numero previsto, l’associazione si riserva di annullare il corso. Verrà data immediata comunicazione agli iscritti e restituiremo la quota versata.
3) È possibile disdire la partecipazione e chiedere il rimborso dell’importo versato fino a:
– 7 giorni lavorativi prima dell’inizio nel caso di corsi intensivi di uno o due giorni;
– 14 giorni lavorativi prima dell’inizio nel caso di corsi infrasettimanali di più lezioni;
dando comunicazione tramite telefono o mail alla quale la libreria dovrà dare conferma

Sabato 8 aprile: due scolaresche in visita per ricordare l’occupazione austro-ungarica

Sabato 8 aprile, la visita a Palazzo Panigai Ovio ha concluso il gemellaggio tra le classi VD ginnasio del Liceo Classico Antonio Canova di Treviso e IIB ginnasio del Liceo Classico presso il Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II di Roma.
Si tratta di un progetto in cui studenti coetanei di due licei classici si sono incontrati, si sono confrontati e hanno viaggiato insieme alla scoperta dei rispettivi territori.
Nel centenario dell’occupazione austro-ungarica, gli studenti trevigiani hanno presentato ai loro ospiti il romanzo di Andrea Molesini “Non tutti i bastardi sono di Vienna”, tratto dal diario di Maria Spada che narra dell’anno di occupazione in una villa di Refrontolo (TV).
Palazzo Panigai Ovio è stato scelto perché anch’esso fu occupato dagli Austriaci e perché rappresenta la conclusione ideale di un percorso alla ricerca del bello, tra storia, acque e ville.

Sabato 1 e domenica 2 aprile torna Castelli Aperti FVG

Un “tuffo nel passato” alla scoperta delle più belle dimore storiche regionali
18 castelli coinvolti, l’accordo con Civici Musei di Udine e il concorso fotografico con gli IgersFVG

Con l’arrivo della primavera, torna anche una nuova edizione di Castelli Aperti FVG, sabato 1 e domenica 2 aprile, con ben 18 dimore che apriranno ad appassionati e curiosi. Arrivato alla 29^ edizione, il Consorzio per la Salvaguardia dei Caselli Storici del Friuli Venezia Giulia continua ad offrire un vero e proprio viaggio nel tempo, un weekend immerso nell’arte, nella cultura e nella tradizione regionale. Un’occasione unica per poter visitare dimore e meravigliosi giardini, raccolti tra bellezze e curiosi segreti, normalmente non accessibili al pubblico.

I castelli aprono in tutta la regione

uno in provincia di Trieste: il Castello di Muggia;
tre in provincia di Gorizia: il Castello di San Floriano del Collio, il Castello di Spessa di Capriva e Palazzo Lantieri;
tre in provincia di Pordenone: Palazzo Panigai Ovio (Pravisdomini), Palazzo d’Attimis Maniago e il Castello di Cordovado;
undici in provincia di Udine con il Castello di Flambruzzo (Rivignano Teor), il Castello di Villalta (Villalta di Fagagna), Casaforte La Brunelde (Fagagna), Palazzo Romano (Case di Manzano), Palazzo Steffaneo Roncato (Crauglio di S. Vito al Torre), Villa Elodia (Trivignano Udinese), Villa Kechler de Asarta (Fraforeano di Ronchis), Rocca Bernarda (Ipplis di Premariacco), il Castello di Cassacco, il Castello di Arcano (Rive D’Arcano) e la Centa di Joannis (Aiello del Friuli)

Attività particolari

Il Castello Formentini di San Floriano del Collio organizza una vera esperienza medioevale per le famiglie grazie alla collaborazione con le associazioni Arma Antica di Gorizia e Giullambro Spilimbergo e oltre 20 figuranti in abiti d’epoca: nella corte del castello sarà allestito un vero campo medievale in cui gli armigeri si sfideranno all’arma bianca, il giullare si esibirà in numeri di giocoleria e sputafuoco e lo stesso padrone di casa accoglierà gli ospiti in armatura trecentesca. Adulti e bambini potranno assistere all’investitura di nuovi cavalieri e ad un vero processo medievale in cui il condannato a morte sarà giudicato dalla Corte Feudale prima di essere portato al cospetto del boia.

Prima o dopo la visita al Castello di Arcano Superiore, sarà possibile salire a bordo di due carrozze d’epoca che attenderanno i partecipanti alle porte della rocca. Il cocchiere condurrà gli ospiti in un’esperienza originale e d’altri tempi, attraverso campagne e vigneti per riscoprire i ritmi lenti ormai lontani dal vivere quotidiano. La durata del tour è di circa 20 minuti; ciascuna carrozza può ospitare fino a un massimo di 6 persone.

Aperture straordinarie

Castello di Arcano – sabato e domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
Castello di Flambruzzo – sabato dalle 15 alle 18 e domenica dalle ore 10 alle 18
Palazzo Steffaneo Roncato – sabato dalle 15 alle 18 e ore 20, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
Centa di Joannis – sabato dalle15 alle 18 e ore 20, domenica dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 18
Castello di Cordovado – sabato e domenica dalle ore 10 alle 18
Palazzo Lantieri – domenica dalle ore 10 alle 18

Tra castelli e musei regionali

Continua la collaborazione con i Civici Musei di Udine, mirato ad incentivare la fruizione dei beni culturali regionali. Gli utenti che visiteranno uno dei musei dal 11 marzo all’1 aprile, conservando il biglietto, avranno diritto ad uno sconto di € 1,00 presentando lo stesso all’ingresso di uno dei castelli convenzionati. Viceversa, chi visiterà uno dei castelli aperti, conservando il tagliando d’ingresso, avrà diritto ad un ingresso ridotto di 2,5 euro per le sedi del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea e del Museo Etnografico e di € 4,00 per la sede del Castello, nel periodo fra il 2 ed il 23 aprile 2017.

Il concorso fotografico firmato IgersFVG

Torna con la settima edizione il concorso fotografico “CastelliAperti” in collaborazione con IgersFvg che, insieme al Consorzio, sceglieranno i tre scatti vincitori caricati su Instagram entro il 7 aprile con #CastelliAperti2017.

Le visite guidate partiranno all’inizio di ogni ora nei giorni indicati all’interno del dépliant. L’ingresso ad ogni singolo Castello è di 7 euro (bambini dai 7 ai 12 anni, 3,5 euro). Non è necessaria la prenotazione.
Sul sito del Consorzio www.consorziocastelli.it è possibile verificare orari e aperture delle singole dimore e scaricare il programma completo delle due giornate.
Si può inoltre contattare la segreteria per prenotare per gruppi superiori a 20 persone.

Contatti utili
tel. 0432-288588 da lun. a ven. 9-13;
visite@consorziocastelli.it